closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Curde di Afrin vendute come schiave in Libia

Siria. Interrogazione parlamentare dell'Hdp al ministro degli esteri turco: centinaia di donne e ragazze del cantone curdo-siriano occupato da Ankara nel 2018 rapite per i mercenari a Tripoli

L’accusa è giunta da una deputata del partito di sinistra filo-curdo Hdp, Tulay Hatimogullari, in un’interrogazione rivolta a fine anno al ministro degli esteri turco Cavusoglu: centinaia di donne e ragazze del cantone curdo-siriano di Afrin, occupato dalla Turchia e dalle milizie islamiste nell’aprile 2018, sono state portate in Libia per fare da schiave sessuali ai mercenari inviati da Ankara al fianco del governo di Tripoli. Rapite e fatte passare dal confine turco-siriano per essere vendute a trafficanti e poi condotte in Libia. A darne conto era stato il network Afrin Report che cita le denunce dei residenti, già verificate...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.