closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Cupezza e vitalità tra i fogli Brunelli

"Cento disegni dalla Collezione della Fondazione Marco Brunelli", Ugo Bozzi Editore. Un foglio tragico di Mantegna, uno incantato di Ingres, un altro di Guercino, di pura vitalità sessuale... Una scrupolosa e poetica selezione di Cristiana Romalli

Dalla raccolta Marco Brunelli: il Guercino,

Dalla raccolta Marco Brunelli: il Guercino, "Nudo seduto a terra"

[caption id="attachment_486401" align="alignnone" width="473"] Dalla raccolta Marco Brunelli: J.-A.-D. Ingres, "Ritratto di John William Montagu, Visconte Hinchingbrooke"[/caption]   [caption id="attachment_486402" align="alignnone" width="511"] Dalla raccolta Marco Brunelli: Andrea Mantegna, "Compianto"[/caption]   Morassi era un uomo dalla cortesia impeccabile: nato a Gorizia quando era ancora una città austriaca, aveva studiato nella Vienna imperiale con Max Dvorák. Detto così sembra che si racconti una favola ma tutto torna alla realtà se si ricorda che un suo contemporaneo, Alcide De Gasperi, del Trentino austriaco, fu deputato a Vienna prima di diventare capo del governo italiano nell’ultimo dopoguerra. Era un gran piacere ascoltare Morassi quando...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi