closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Cucchi, il generale Tomasone sotto torchio al processo bis

Roma. La testimonianza dell’allora comandante provinciale dell’Arma diventa un caso. Il pm Musarò deposita una nota in cui il generale anticipava di sei mesi le conclusioni a cui dovevano arrivare i periti legali, non ancora nominati. Perizie poi risultate errate.

Il generale Vittorio Tomasone durante l’udienza di ieri del processo bis ai cinque carabinieri per la morte di Stefano Cucchi

Il generale Vittorio Tomasone durante l’udienza di ieri del processo bis ai cinque carabinieri per la morte di Stefano Cucchi

È un faldone alto venti centimetri, quello dal quale il pm Giovanni Musarò estrae uno dei documenti più significativi che ha appena depositato alla prima Corte d’Assise di Roma, dove si svolge il processo bis per la morte di Stefano Cucchi, inerenti l’indagine integrativa sul depistaggio. «In atti interni dell’Arma dei carabinieri che risalgono al periodo compreso tra l’ottobre e l’inizio novembre del 2009 compaiono già le conclusioni a cui sarebbero giunti i medici legali nominati dalla Procura sei mesi dopo e che indicavano come responsabili del decesso solo i medici», scandisce il magistrato che, malgrado la sua lunga esperienza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.