closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Cuba spera, Amlo esulta. E i trumpisti si riposizionano

Si fanno ben poche illusioni i popoli latinoamericani rispetto all'amministrazione Biden. Il sollievo per essersi liberati di Trump è forte, ma non lo è meno la convinzione che non esista «un impero buono», secondo l'espressione usata dall'analista internazionale venezuelano Sergio Rodríguez Gelfenstein già dopo la vittoria di Obama. Se, nel 2015, sarebbe stato lui, in effetti, a firmare il primo ordine esecutivo contro il Venezuela, ritenuto «una minaccia straordinaria e inusuale alla sicurezza nazionale» Usa, ci ha subito pensato il nuovo segretario di Stato Antony Blinken a chiarire che, sul Venezuela, poco o nulla cambierà rispetto al passato: che, cioè,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi