closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Crollo del ponte, faro sul ministero

Il mostro di Genova. A febbraio il Mit era stato avvertito dei rischi sul Morandi. Il dirigente che dopo la strage ha fatto partire la procedura di revoca è lo stesso che fu sollecitato ad accelerare i lavori sul pilone 9. Ieri la Guardia di Finanza ha sequestrato carte in tre sedi del dicastero di Toninelli, che si è detto «ben felice»

Quel che resta del ponte Morandi

Quel che resta del ponte Morandi

La Guardia di Finanza bussa al ministero delle infrastrutture. A Roma ma anche a Torino, dove ha sede il provveditorato alle opere pubbliche di Piemonte e Liguria, e a Genova, negli uffici dell’ispettorato territoriale. La procura genovese cerca le prove della mancata manutenzione straordinaria e urgente sul ponte Morandi, e le cerca - oltre che nella sede della società del gruppo Atlantia Spea Engineering, visitata ancora ieri - naturalmente al ministero, il quale dal 2012 è responsabile della vigilanza sui concessionari. Il faro è sugli ormai famosi lavori di retrofitting sul pilone 9, dell’urgenza dei quali si è cominciato a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.