closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Crisi semiconduttori, Stellantis blocca anche la Sevel: protestano Fim e Fiom

Automotive. I vertici dell'azienda annunciano lo stop nello stabilimento italiano più grande. I sindacati: a rischio tutte le fabbriche e l'indotto. Uliano: in Abruzzo troppi operai somministrati, pronti allo sciopero

L'ingresso della Sevel di Atessa (Chieti)

L'ingresso della Sevel di Atessa (Chieti)

La crisi dei semiconduttori che sta colpendo globalmente il settore dell’automotive in Italia ha effetti ancora più grandi. Stellantis ha annunciato ieri lo stop anche alla Sevel di Atessa (Chieti) lo stabilimento dei veicoli commerciali che finora si era salvato dalla cassa integrazione. A Pomigliano lo stop c’era già mentre a Melfi si inizia a tremare. «È evidente che anche gli effetti di questa mancanza di forniture potrà colpire i lavoratori di tutti gli altri impianti come Melfi - denuncia la Fiom con Michele De Palma - . A questo si aggiungono le incertezze sul polo torinese a partire da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.