closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

«Crisi pilotata», Mittal sotto l’assedio di procure e Finanza

Ex Ilva. A Milano ascoltati due dirigenti dell’area commerciale. Si indaga sulla perdita di valore scelta a tavolino per poi motivare l’addio

Una vista dell'ex Ilva di Taranto

Una vista dell'ex Ilva di Taranto

«Crisi pilotata». Ogni giorno che passa si aggrava sempre di più la posizione giudiziaria di Mittal. Nel gioco a tenaglia delle procure di Milano e Taranto, il gigante dell’acciaio indiano che ha deciso di dire addio all’Italia rischia di essere stritolato e costretto - contro volontà - a tenere aperta Taranto e gli altri stabilimenti a lungo. Molto più a lungo del 4 dicembre da lei fissato per ridare stabilimenti e 10.700 lavoratori in mano ai commissari governativi dell’amministrazione straordinaria ex Ilva. A due giorni dal nuovo vertice a palazzo Chigi col premer Conte, le cattive notizie per la famiglia...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.