closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Crimini di guerra in Irlanda del Nord, lo spettro del colpo di spugna

A novembre legge in discussione al parlamento inglese. Johnson dopo le scuse ci prova. Sconcerto dei repubblicani e dei famigliari delle vittime. Ma anche il Dup è contrario

In questi giorni si aggira per l’Irlanda lo spettro di quella che viene già definita «la madre di tutti gli insabbiamenti», e che di fatto potrebbe tradursi in una sorta di amnistia per un numero incalcolabile di criminali ancora in libertà. Il segretario di Stato per l’Irlanda del Nord, Brendan Lewis, ha infatti annunciato al parlamento inglese l’intenzione di presentare a novembre una legge per bloccare ogni nuova indagine, civile o penale, sui crimini di guerra perpetrati nel Nord. LA DECISIONE LASCIA DI STUCCO principalmente le centinaia di famiglie repubblicane che cercano da decenni giustizia per i loro cari, vittime...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.