closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Costellazioni tedesche

Salone del libro. Al Lingotto di Torino, una panoramica sulla letteratura tedesca, con la Germania come paese ospite e un focus sugli scrittori e scrittrici delle ultime generazioni

Gerhard Richter, «Motorboot», 1965

Gerhard Richter, «Motorboot», 1965

A pochi mesi dai festeggiamenti con cui si è ricordato il venticinquennale della riunificazione, la Germania si presenta come paese ospite al Salone del libro di Torino – il cui tema, «Le meraviglie d’Italia», si collega idealmente a quello dell’Expo internazionale di Milano – con circa venticinque autori e oltre quaranta case editrici, fra cui la Wagenbach, che celebra con una mostra i suoi cinquant’anni di attività. Sarà una buona occasione per tentare un bilancio della letteratura tedesca più giovane, e per presentare all’Italia gli ultimi lavori dei suoi consolidati talenti. Fra questi, Ingo Schulze, che nelle sue diverse opere...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi