closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Così trovammo la collina sacra della dea Nanshe

Le mie rovine. In Iraq, dopo la ripresa delle esplorazioni fermate dalla guerra, una missione italiana scava il sito di Tell Zurghul: l’antica Nigin, dove il sovrano Gudea eresse un tempio citato da iscrizioni del III millennio

Tello (Lagaš), arte  neo-sumerica,  Gudea «statua A», XXII secolo a.C., Parigi, Louvre, foto Marc Foucault

Tello (Lagaš), arte neo-sumerica, Gudea «statua A», XXII secolo a.C., Parigi, Louvre, foto Marc Foucault

L’anno 1842 segna la nascita dell’archeologia orientale con le prime esplorazioni, a opera di Paul-Émile Botta, console francese a Mosul, che intraprese lo scavo dell’antica collina di Quyunjiq, in Iraq settentrionale, più tardi identificata con la capitale assira Ninive. Nei decenni immediatamente successivi, esploratori europei, in realtà diplomatici prestatisi alla ricerca archeologica, promossero altri scavi in centri dell’Iraq settentrionale, riportando alla luce l’antica civiltà degli Assiri: i numerosi bassorilievi, ritrovati nelle sale delle residenze dei re di Assiria, divennero presto la maggior attrazione non solo degli archeologi, ma anche di un pubblico più vasto e generico che poteva ammirare le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.