closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Così tante sinistre ma tutte così sole

Politica&Diritti. L’Arci festeggia il suo 60esimo, è scontro duro con il governo sui sicurezza e immigrati. Orlando: alcuni strumenti si possono ripensare. Ma dobbiamo fermare la guerra fra gli ultimi e i penultimi

Matteo Orfini e Giuliano Pisapia

Matteo Orfini e Giuliano Pisapia

«Dopo la sentenza di Bolzaneto non approvare il reato di tortura sarebbe una contraddizione che renderebbe ridicola la posizione dello Stato italiano». Il ministro Andrea Orlando dà la prima risposta alle tante domande dell’Arci. L’occasione è il 60esimo compleanno dell’associazione. Invitate al Teatro Orione di Roma, (quasi) tutte le sfumature della sinistra italiana. Ma la festa non è allegra. A Genova nel 2001 l’Arci era in prima fila con centinaia di altre associazioni. Sedici anni fa, sembra un secolo. Il Guardasigilli non risparmia ’autocritiche’ al Pd ma rivendica l’azione del governo: «Il patteggiamento sui fatti del G8 (si riferisce ai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi