closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Marchionne agli operai che scioperano: “Così mi macchiate il brand”

Fiat. Dura lettera contro la Fiom: "Lo stop alla Maserati è irrazionale, ci danneggia tutti". L’ad in difficoltà, ormai protestano anche i "sindacati del sì". Offre 15 euro, ma poi scrive ai «colleghi»

L'amministratore delegato della multinazionale Fiat Chrysler, Sergio Marchionne

L'amministratore delegato della multinazionale Fiat Chrysler, Sergio Marchionne

Offre loro un piatto di lenticchie – 15 euro lordi di aumento al mese – ma poi li chiama «colleghi», e li spinge a mostrare «fiducia e passione» per fare dell’Italia «la protagonista del mondo». Dal video di Happy, con gli operai che ballano felici tra le linee di Melfi, è passato qualche mese, e alla Fiat la situazione non si è certo ripresa: anzi, ormai scioperano perfino i "sindacati del sì". Quindi che fare? Sergio Marchionne prende carta e penna per riempire di orgoglio tute blu sempre più inquiete, con una lettera indirizzata a ciascuno di loro. Bastasse così...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.