closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Così la palma intensiva ha cambiato la Colombia

Il fatto della settimana. Il paese sudamericano è il quarto produttore al mondo. Tutte le conseguenze sull’ambiente

Non è molto risaputo che dopo Malesia, Indonesia e Thailandia, il quarto produttore mondiale di olio di palma è la Colombia. L’investimento nella palma africana ha avuto inizio negli anni ’60, secondo un modello agroindustriale utilizzato anche per altri prodotti come la banana e la canna da zucchero, ovvero quello della monocoltivazione intensiva; il boom dei biocombustibili degli anni 2000 spinse poi a una politica di forte incentivazione della produzione che determinò un’espansione esponenziale delle coltivazioni di palma da olio che fra il 2002 e il 2015 si triplicarono arrivando ad occupare quasi 500 mila ettari distribuiti in 5 regioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.