closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Così il jihad insidia nel sangue la «stabilità» talebana

Afghanistan. La strage manda inesorabilmente un «messaggio» che va molto oltre i confini del paese e annuncia una logica escalatoria ben distinta dai proclami rassicuranti delle ultime settimane. Ricalca la strategia dei miliziani rivali del califfato

Talebani di guardia a un checkpoint a Kabul

Talebani di guardia a un checkpoint a Kabul

La prime bombe sotto l’Emirato Islamico subentrato all’effimera Repubblica Islamica, dilaniano un’umanità inerme e in fuga, umiliata nel canale di scolo dell’aeroporto di Kabul nell’incerta attesa di un controllo di documenti misericordioso. Le bombe investono pesantemente i militari occidentali, gli americani in primis, mentre imbarcano se stessi e i loro moderni mezzi. Colpiscono, da ultime, anche le unità scelte dei Taliban. Quelle mandate a «mettere in sicurezza» il perimetro dello scalo sotto gli occhi delle telecamere di tutto il mondo. Mai attentato era stato più annunciato: una ridda di voci, di «presto, sgomberare che sta arrivando», un crescendo fra gli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.