closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Corte suprema, Varsavia sfida Ue e opposizione

POLONIA. Approvata la contestatissima riforma della Corte suprema, che mette la giustizia sotto il controllo del potere politico. Preoccupa anche il nuovo consiglio di disciplina che valuterà diversi organi costituzionali. L'ira di Bruxelles

La riforma della Corte suprema è stata approvata al Sejm, la camera bassa del parlamento polacco nel pomeriggio di ieri con 235 voti a favore, 192 contrari e 23 astenuti. A Varsavia il potere giudiziario è ormai stretto nella morsa di quello politico e legislativo. Un pacchetto di riforme, approvato tra mille proteste e l’indignazione di numerosi cittadini, che è finito poi in serata anche sul banco del Senat, la camera bassa in attesa di essere approvato in via definitiva. Due giorni fa il presidente polacco Andrzej Duda della destra populista Diritto e giustizia (PiS) aveva minacciato di porre il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.