closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Corpi differenti e dissidenti proiettano scenari di lotta

Scaffale. «Vive, libere e senza debiti. Una lettura femminista del debito», di Luci Cavallero e Verónica Gago edito da Ombre Corte

Nella foto, Verónica Gago

Nella foto, Verónica Gago

Il femminismo come sguardo trasversale, capace di connettere interi universi, fa esplodere la sua potenza ermeneutica quando si confronta con i temi generali di crisi che affliggono il reale. Ne è un esempio l’ultimo lavoro delle studiose argentine Luci Cavallero e Verónica Gago, Vive, libere e senza debiti. Una lettura femminista del debito, edito da Ombre Corte con la prefazione di Federica Giardini e la traduzione di Nicolas Martino (pp. 149, euro 14). LA PRIMA ARMA che questa ricognizione attenta e intelligente della questione debito mette a disposizione riguarda la capacità della lettura femminista di smontare l’astrazione che slega la...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi