closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Corm: «Libano in piazza per liberarsi del sistema coloniale»

Mobilitazioni popolari. Intervista allo storico ed ex ministro delle Finanze, Georges Corm: «La gente vuole cambiare la costituzione settaria. Ma aumentano le pressioni esterne: Arabia saudita e Iran hanno rappresentanza politica e clientelare in Libano, le loro zone di influenza geografica e le loro roccaforti»

Proteste in Libano

Proteste in Libano

Le recenti dimissioni del primo ministro libanese, il sunnita Saad Hariri, e la possibilità di un suo nuovo governo formato solo da tecnici sono seguite all’impossibilità di attuare le riforme proposte il 21 ottobre: taglio degli stipendi dei parlamentari, aiuti ai più indigenti, nuove tasse verso le banche e un nuovo programma di privatizzazione per lottare contro il malfunzionamento dei servizi pubblici essenziali. Della situazione attuale abbiamo parlato con il celebre storico ed ex ministro delle finanze, il libanese Georges Corm. Qual è la situazione politica in Libano, con le proteste di queste settimane? Attualmente il nostro paese attraversa un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.