closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Coop: è un’Italia che non mangia più

Il rapporto. Crollano i consumi alimentari, come il vestiario e le auto. In crescita giochi, smartphone e vendite on line. La crisi cambia il volto del nostro Paese: meno vacanze, si resta in città. Boom del Viagra. Pochi pasti proteici, molti si fanno l’orto in casa

Da buon reggiano, senza troppo infierire, quasi con simpatia, Marco Pedroni, il nuovo presidente di Coop Italia – dopo un quarto di secolo di «regno» di Vincenzo Tassinari – ha qualcosa da dire al presidente del Consiglio. A questo, il nipote di Gianni, e a quelli che verranno dopo di lui. «L’Italia è in recessione – sorride bonariamente – checché ne dica Enrico Letta che mi è anche simpatico. Le cifre in nostro possesso non autorizzano nessun ottimismo per il prossimo futuro. Restano i dati duri della riduzione del potere d’acquisto, della contrazione dell’occupazione, di una distribuzione del reddito sfavorevole...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi