closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Convertito in objet trouvé per vezzo di un mecenate

Narrativa latinoamericana. Esordio del messicano Álvaro Enrigue, «Morte di un artista» uscì nel 1996. Viene tradotto ora dalla Nuova Frontiera: in scena un uomo che è sintomo di decadenza, emblema di mediocrità, candidato perfetto al ruolo di vittima

Tra le cose che ci ha insegnato il Novecento, la più dura a morire è l’idea che l’abisso sia il paesaggio di fronte a cui bisogna posizionarsi per raccontare il tempo che viviamo. Hanno provato a dirlo il modernismo prima e il postmoderno poi, suonando le campane a lutto, e poi ridendo con una smorfia grottesca di fronte alla tragedia di un secolo cruento. Infine è arrivata l’era dello shopping, in cui ricordare è un dovere, ma dimenticare aiuta a vivere meglio: è questa la tragedia con cui si sono aperti gli Anni Zero. Morte di un artista, di Álvaro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.