closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Regno Unito contro la nascita di un’Europa europea

Brexiters. Lo slogan di Farage «We want our country back» riecheggia la celebre battuta attribuita a Margareth Thatcher: «I want my money back»

La secessione targata Farage-Johnson presenta una serie di caratteri paradossali. Basti pensare all’infelice profilo dell’artefice del referendum, il primo ministro David Cameron, vero apprendista stregone che da solo dà vita al mostro destinato a divorarlo. Oppure al fatto che da ieri Londra, la capitale, va in direzione opposta a gran parte dell’Inghilterra: una metropoli che non è più, nel nostro immaginario, la metafora del paese (o la parte per il tutto), dato che ha votato compattamente per il Remain, non per Brexit.  Ancora più sostanziale è però la circostanza che la Gran Bretagna, per voto popolare, si ritiri dall’Unione europea...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.