closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Contro il disegno di Renzi, con le sue stesse armi

Riforme. Il problema politico del referendum non va eluso. Al sovversivismo dall’alto si può rispondere solo con la mobilitazione dal basso che veda il coinvolgimento di comitati, associazioni, movimenti, cittadini

Il presidente del consiglio, Matteo Renzi

Il presidente del consiglio, Matteo Renzi

Con le cautele che sono necessarie prima di lanciare uno scontro dagli elevati costi, con l’attenzione alla più efficace formulazione dei quesiti per non scagliarsi contro obiettivi fasulli - rischio che sta correndo l’associazione Possibile - con il rispetto dovuto all’autonomia dei comitati e con la massima attenzione a non compiere passi falsi destando sospetti di strumentalizzazioni, il problema politico del referendum non può essere eluso. Dinanzi a un avversario che, con il ricatto del voto di fiducia e senza un esplicito mandato democratico, cambia la costituzione, manipola la legge elettorale, maltratta la scuola pubblica, altera il diritto del lavoro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi