closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Contratti pubblici, fermi a 35 euro sugli 85 promessi

Il Def e la manovra correttiva. Ok del consiglio dei ministri. La Cgil minaccia lo sciopero, ma il governo rassicura. La coperta però resta piuttosto corta. Altri fondi vengono destinati alle vie gestite dalle province e alle scuole. Via al «Bes», indice di benessere

Graziano Delrio, Pier Carlo Padoan, Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi ieri a Palazzo Chigi

Graziano Delrio, Pier Carlo Padoan, Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi ieri a Palazzo Chigi

La parola chiave scelta dal presidente del consiglio Paolo Gentiloni per descrivere il Def e la manovra di aggiustamento varati ieri è «rassicurazione»: la sottolinea mentre delinea i provvedimenti in conferenza stampa a Palazzo Chigi insieme ai ministri Pier Carlo Padoan, Graziano Delrio e Maria Elena Boschi. Un ritocco verso l’alto al Pil previsto per fine 2017, anno di bilancio prima delle prossime elezioni: dal +1%, delle stime precedenti passa a un più roseo 1,1%. Poi l’elenco dei 47,5 miliardi da qui al 2032 per le infrastrutture - snocciolati da Delrio - e altri milioni per gli enti locali declinati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi