closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Conte raddoppia l’elogio, a vuoto, del proporzionale

Riforme. Manovre per diminuire il peso dei renziani nelle commissioni. Il presidente del Consiglio rinnova e arricchisce la promessa di una nuova legge elettorale ma in commissione lo stallo può solo peggiorare. Anche sulla giustizia

«Favorire la rappresentanza democratica di tutte le differenze che sono in campo». La legge elettorale è l’unico argomento al quale Conte ha dedicato un’integrazione, nel passaggio tra il discorso alla camera lunedì e quello al senato ieri. Ha voluto replicare alle interpretazioni, abbondanti ieri sui giornali, secondo le quali il rilancio del presidente del Consiglio sulla legge elettorale proporzionale va visto come un modo per corteggiare i centristi e guadagnare nuovi voti al suo governo. Tentativo poco fondato, in realtà, perché per i piccoli partiti è più conveniente una legge maggioritaria che aumenta il loro peso specifico - come prova...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi