closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Consulta, verso l’accordo. Italicum, il governo lo difende in tribunale

Corte Costituzionale. In parlamento il Pd dice sì alla richiesta dei grillini, farà il nome di un candidato giudice per sottoporlo alla rete. Il 25 novembre si può chiudere, almeno per due posti su tre. A Milano la prima causa contro la legge elettorale

Il rinvio di una settimana prelude alla soluzione del caso Consulta. Da un anno, quattro mesi e venti giorni il parlamento deve eleggere un giudice costituzionale, e nel frattempo i posti da coprire sono diventati tre. La Corte procede a ranghi ridotti, le frequenti assenze di un quarto giudice la portano alla soglia del minimo legale: 11 giudici su 15. Al Pd serve un’altra settimana di lavoro sul dossier. Ieri ha chiesto e ottenuto che fosse sconvocata la seduta comune della camere prevista oggi. Tutto rinviato al 25 novembre, dovrebbe essere il giorno giusto. Se non per tutti e tre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi