closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Consulta, l’avvertimento del Colle

Nomine. Il presidente della Repubblica sulla mancata elezione dei giudici costituzionali: incide sulla valutazione della capacità di funzionamento del parlamento. Lunedì 14 il trentesimo tentativo, Renzi insiste nel cercare una Corte "amica" e si rischia una nuova fumata nera

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Gran parte del tempo concesso alla maggioranza perché riuscisse a trovare una soluzione alla mancata elezione dei giudici costituzionali, che si trascina da quasi 18 mesi, è trascorso invano; lunedì pomeriggio camera e senato tornano a votare in seduta comune e la prospettiva è quella di un ennesima fumata nera, la trentesima. A conferma del fatto che senza un cambio di strategia che comporti la rinuncia di Renzi a precostituirsi una Corte a misura delle sue riforme, per evitare rischi di sentenze contrarie soprattutto sulla nuova legge elettorale, il parlamento non troverà una via d’uscita. E dovrà affidarsi al semi-conclave...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi