closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Consulta, il dovere del presidente

Superare lo stallo che sta imballando il parlamento sui giudici costituzionali non sembra difficile. Basterebbe abbandonare la logica - escludente - della conta all’ultimo numero e assumere la logica - includente - della ricerca del compromesso. Che questo cambio di atteggiamento non venga dal governo è scontato. Tutta l’esperienza renziana è apertamente connotata dal «muro contro muro». Forte di una maggioranza parlamentare tanto abnorme quanto incostituzionale (per meglio dire: abnorme proprio in quanto incostituzionale), Renzi ha sempre optato per la soluzione muscolare. Il caso più evidente - e drammatico - è quello della revisione costituzionale, imposta a colpi di maggioranza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi