closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Conor O’Shea, le strategie di un “redentore”

Sport. Le incognite del "secondo tempo"

Conor O'Shea

Conor O'Shea

Ci vuole calma e pazienza. E lavoro, tanto lavoro. Intanto la preparazione atletica: l’Italia deve reggerli tutti e ottanta quei benedetti minuti di gioco e non franare nel secondo tempo come invece è capitato tante, troppe volte. Poi il livello tecnico, la qualità individuali di un gruppo di giocatori che deve crescere molto anche su questo terreno. Lavoro, calma e impegno, questo il verbo di Conor O’Shea, irlandese di 46 anni con alle spalle una bella carriera da giocatore e un presente da allenatore di primissima qualità: prima alla guida degli London Irish e poi degli Harlequins, con i quali...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.