closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Condotte muore immobile nel silenzio, in 3mila scioperano ancora per salvarla

Edilizia e Corruzione. Nel terzo gruppo italiano delle costruzioni la crisi finanziaria è gravissima ma la proprietà è contro l’amministrazione straordinaria. Salini Impregilo pronta a cannabalizzarla

Il presidio dei lavoratori di Condotte nel giorno di sciopero

Il presidio dei lavoratori di Condotte nel giorno di sciopero

È nata 138 anni fa costruendo acquedotti, rischia di morire come «spezzatino». Il terzo sciopero in due settimane per cercare di salvare Condotte, una delle più grandi aziende di costruzioni del paese, ha prodotto una reazione fotocopia della proprietà: «parole al vento e nessuna intenzione di seguire l’unica strada praticabile, l’amministrazione straordinaria», spiegano i lavoratori in presidio davanti alla sede di Roma sulla via Salaria. In un panorama spettrale di desertificazione industriale - lì vicino ha chiuso anche Sky - l’azienda che conta 3mila dipendenti è alle prese con una crisi finanziaria aggravata dall’inchiesta (e arresto) per corruzione del suo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.