closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Condannato il mondo di mezzo di Carminati e Buzzi

Mafia Capitale. Condanne per complessivi 250 anni di carcere per i 36 imputati nel processo. Il sodalizio tra giochi di potere e grumi di interesse declassato ad associazione a delinquere semplice

La sentenza arriva dopo 20 mesi di udienze, 230 sedute e 5 ore di camera di consiglio. Puntuali, intorno alle 13, i giudici chiudono il primo grado del processo comunemente detto Mafia Capitale. Il dispositivo letto dalla presidente Rossana Ianniello incrocia differenti livelli, non parla solo dei 46 imputati e va oltre la mappa del sistema di potere che per anni ha imperversato a Roma. Il primo dato è il duro colpo all’ipotesi accusatoria portata avanti dai pm Paolo Ielo, Giuseppe Cascini e Luca Tescaroli sulla base delle indagini coordinate dal procuratore Giuseppe Pignatone. Cade il reato più grave, l'associazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.