closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Condannato il carabiniere che sferrò il calcio al motorino di Massimo Casalnuovo

Condannato. Colpevole. La Corte d’Appello di Potenza, presieduta dal giudice Pasquale Autera, alle 13:15 condanna il maresciallo dei carabinieri Giovanni Cunsolo - un’ennesima «mela marcia», dirà qualcuno - per omicidio preterintenzionale a 4 anni e 6 mesi di reclusione, all’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni e a risarcire i genitori e i fratelli della vittima con la somma di centomila euro. La sera del 20 agosto 2011 aveva sferrato un violento calcio al motorino di Massimo Casalnuovo, un giovane e tranquillo meccanico 22enne di Buonabitacolo (Sa), «colpevole» di guidare senza casco e di non essersi fermato all’alt dei carabinieri...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi