closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Condannato a cinque anni per corruzione l’erede della dinastia Samsung

L'ex presidente della Corea del Sud Park Geun-hye

L'ex presidente della Corea del Sud Park Geun-hye

Il «processo del secolo» in Corea del Sud si è chiuso con la condanna a 5 anni di reclusione per l’erede designato della dinastia Samsung. Lee Jae-yong, è stato riconosciuto colpevole di corruzione e appropriazione indebita. L’accusa aveva chiesto 12 anni, essendo la pena superiore ai 36 mesi non ci sarà alcuna sospensione ma la squadra di avvocati del delfino della famiglia il cui impero vale da solo circa un quinto del pil sudcoreano ha già annunciato l’appello. La vicenda, con ogni probabilità, arriverà quindi fino alla corte suprema. Da febbraio Lee era in carcere nell’ambito dello scandalo che ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.