closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Con Sami per le strade di Bucarest

Pablito mundial. L'impegno sociale di Paolo Rossi, scomparso ieri a 64 anni.

Paolo Rossi con Roberto Pruzzo

Paolo Rossi con Roberto Pruzzo

Ferentari, periferia di Bucarest, è uno di quei luoghi in cui sognare una vita migliore è un vezzo da borghesi. E, Sami, 13 anni, non era certo un’eccezione. Un padre che faceva dentro e fuori dalla prigione, una madre che si era lasciata morire di Aids, una sorella piegata dalla tossicodipendenza, Sami ne aveva viste troppe per permettersi ancora di sognare. Eppure da quando aveva conosciuto il campione del mondo aveva iniziato a declinare i verbi al futuro. «Da grande voglio fare Paolo Rossi» diceva con l’aria da furbetto quel ragazzo venuto dall’inferno. È successo un’estate di due anni fa....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi