closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
L'inchiesta

“Con lo sciopero del cappuccino abbiamo vinto”

Inchiesta. Tra i lavoratori delle cooperative della logistica che hanno vinto la loro battaglia contro i licenziamenti e il taglio del 35% del salario. Pachistani e marocchini che nella lotta per i diritti si sono sentiti «fratelli»

Una manifestazione dei facchini a Bologna

Una manifestazione dei facchini a Bologna

«Stavo aspettando i cinque anni di lavoro per prendere la carta di soggiorno e andare in un altro paese. Qui noi stranieri siamo molto sfruttati. La busta paga non è mai in regola e la Cgil dice che non si può fare niente. Pensavo di raggiungere la mia ragazza in Svizzera. Poi ho sentito che i lavoratori di altre cooperative hanno vinto la lotta per migliori condizioni di lavoro. Ci siamo iscritti al Si Cobas che le aveva organizzate e iniziato la battaglia per il riconoscimento del Ccnl. Adesso ho la carta di soggiorno ma voglio rimanere a Bologna. Nella...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi