closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Egitto, con le demolizioni di case a Rafah si estende il potere dei militari

Egitto. Al-Sisi approfitta della «lotta al terrorismo». L'esercito negli atenei, pronti a processare gli studenti

Laddove Hosni Mubarak non era mai arrivato e Mohammed Morsi non pensava neppure di poter giungere, Abdel Fattah al-Sisi è stato capace di condurre il paese: alla completa militarizzazione. L’esercito ha iniziato a demolire le case a Rafah nel Nord del Sinai dopo l’evacuazione dello scorso martedì come parte di un piano più generale per creare una zona cuscinetto al confine con la Striscia di Gaza. Con l’intento ufficiale di fermare gli attacchi jihadisti, 1156 famiglie sono state cacciate dalle loro case con l’esproprio di 910 acri di terra. L’operazione avrà solo l’effetto di umiliare ulteriormente le tribù locali senza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.