closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Comunque vada sarà un peronista

Argentina. Oggi il voto, come un casting presidenziale in vista del 2015, per scegliere i candidati alle legislative di ottobre

Manifestazione contro il governo Kirchner

Manifestazione contro il governo Kirchner

All’alba delle primarie aperte simultanee ed obbligatorie (Paso) che si terranno oggi in Argentina, esiste una sola certezza: a vincere sarà un peronista, dato che praticamente tutti i candidati in lizza per una porzione d’elettorato degna di nota, pescano dall’eredità del vecchio general Peron. In gioco, c’è la possibilità di presentarsi alle elezioni legislative di fine ottobre, superando una soglia di sbarramento dell’1,5%, che equivale a una formalità per le grandi coalizioni o una roulette russa per i piccoli partiti, che rischiano di non poter nemmeno tentare l’ingresso in Parlamento. Di fatto, però, l’importanza di queste votazioni non sarà tanto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.