closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

«Comunisti come fascisti». L’Anpi Genova si ribella

Falso storico. Critiche e scuse dopo l'ordine del giorno approvato in consiglio comunale dal centrodestra (con l'astensione del Pd)

Una manifestazione dell'Anpi

Una manifestazione dell'Anpi

«Ai cancelli di Auschwitz si presentarono i soldati dell’Armata Rossa: non certo i consiglieri del centrodestra». Non usa mezzi termini l’Anpi di Genova per denunciare l’ordine del giorno che equipara nazifascismo e comunismo. Lo ha approvato martedì scorso il consiglio comunale. Il testo, presentato da Mario Mascia (Forza Italia), impegna sindaco e giunta ad aderire all’anagrafe antifascista istituita dal Comune di Stazzema e poi, appena più in basso, a «promuovere una proposta di legge di iniziativa popolare contro la propaganda delle ideologie fasciste, naziste, comuniste, eversive e antidemocratica (sic!)» e a «istituire un’anagrafe virtuale antifascista - antinazista - anticomunista -...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi