closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Comunarie a Palermo, il M5S riapre il caso firme false

Si tratta di 2mila firme originali o di elenchi con gli autografi ricopiati dai 5stelle per correggere in extremis qualche errore materiale che 4 anni fa avrebbe potuto determinare l’estromissione della lista M5S dalle comunali di Palermo? La carpetta con i documenti ufficiali è al vaglio di un perito calligrafico incaricato di verificare la veridicità delle firme. Le carte sono state acquisite da Carmelo Miceli, avvocato e segretario del Pd a Palermo, su delega del consigliere dem Antonella Monastra che ha richiesto l’ accesso agli atti per accertare quanto denunciato da alcuni attivisti ed ex del M5S già nel 2012....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi