closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Come viene «suicidato» un risparmiatore

Banche . Senza democrazia interna la speculazione avrà sempre la meglio

La lunga recessione ci ha abituato a leggere le storie di suicidi di imprenditori falliti, di lavoratori che hanno perso il lavoro e sono caduti nella disperazione, ma non avevamo ancora visto fare la stessa fine un piccolo risparmiatore. E’ successo a Civitavecchia dove un pensionato non ha retto al crac della Banca dell’Etruria di cui aveva acquistato le obbligazioni per un valore di circa 100 mila euro, un tesoretto che è sfumato in un giorno. Il risparmio di una vita di lavoro «derubato» da un cinico e baro sistema bancario che è debole con i forti (le grandi banche)...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi