closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Come usare al peggio i soldi del Pnrr, l’esempio degli asili nido

Le grandi città al voto tra dissesto finanziario e cattivo uso delle risorse europee. Si privilegiano le filiere del nord e si acuisce il divario con i comuni del sud

Lapresse

Lapresse

Il 3 e 4 ottobre si voterà in 1347 comuni, tra cui grandi città come Roma, Napoli, Torino, Milano, Bologna. Intanto, importanti città del Sud sono in pre-dissesto finanziario, praticamente sull’orlo del default. Parliamo di Napoli, Reggio Calabria, Messina, Palermo. E’ una situazione che accomuna centinaia di comuni, anche del Centro-Nord. La pandemia e la recessione hanno fatto crollare le entrate locali, solo in parte compensate dagli aiuti dello Stato. In verità la precarietà della finanza locale risale a ben prima della pandemia. Fin dai primi anni del duemila, i governi hanno scaricato sulle autonomie locali il peso dei tagli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.