closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Come sventrare l’Appennino e lasciare a piedi i pendolari

La Tav al sud di Fsi. Evidentemente in Italia non ci sono i soldi per garantire i treni in circolazione, ma si possono trovare per l’opera più costosa che il nostro Paese abbia mai messo in campo

L’ebrezza dei finanziamenti europei può generare mostri. L’idea che grazie alle risorse di Next generation Ue tutto sia possibile è particolarmente pericolosa per un Paese come il nostro, come purtroppo abbiamo già visto nell’ennesima ripresa del penoso dibattito sul Ponte sullo stretto di Messina. Ma forse ancora più preoccupante è quanto si trova nero su bianco nel progetto di nuova linea ad alta velocità tra Salerno e Reggio Calabria presentato da RFI. Chi può essere contrario a rendere più veloci e frequenti i collegamenti in treno al Sud? Nessuno, eppure il progetto proposto è da contrastare con forza, come l’idea...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi