closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Come siamo passati da Wandissima a Veltronissima

Habemus Corpus. Perché guardando il film di Veltroni il mio inconscio ha accomunato la soubrette della rivista con l’ex segretario del Pd?

Chissà perché, guardando sabato scorso su Raitre il film di Walter Veltroni Edizione straordinaria, mi è venuta in mente Wanda Osiris. Quando da bambina vedevo celebrare la Wandissima in televisione mi chiedevo che cosa mai la gente trovasse in quella signora tramontata da tempo, che si truccava ancora come all’epoca dei telefoni bianchi, indossava copricapi nostalgici di piume e diademi, cantava con un’intonazione traballantissima e sapeva fare bene solo tre cose, sorridere a tutta bocca, allargare le braccia e scendere le scale con regale incedere. È notorio che i giovani sanno essere impietosi, tanto meno sanno apprezzare le glorie passate...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi