closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Come lottare contro il finanziamento del terrorismo

Multilateralismo. Una conferenza internazionale a Parigi, 72 stati presenti. I soldi dell'Isis e di Al Quaeda, gli investimenti in attività legali, i traffici illegali. La Francia propone di abolire l'anonimato delle transazioni finanziarie (ma i paesi del Golfo finora hanno rifiutato)

Una delle armi per combattere il terrorismo è individuare e lottare contro le varie forme di finanziamento. Una conferenza internazionale per fare il punto sulla situazione e condividere gli strumenti di lotta si conclude oggi a Parigi nella sede dell’Ocse: “No money for terror”, contro il finanziamento di Daesh, di Al Quaeda e dei  gruppi affiliati. Per la Francia, “è un nuovo impegno al servizio del multilateralismo”. Sono rappresentati 72 stati, con un’ottantina di ministri e 450 esperti internazionali, venuti dai cinque continenti. Sono presenti l’Onu, l’Fmi, la Banca mondiale, la Lega araba, il Consiglio di cooperazione del Golfo, l’Asean,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.