closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Come guadagnarsi la pagnotta alla corte dei Paleologi

Motivi folklorici. Un possidente di provincia, caduto in rovina, si finge un malfattore saggio e viene comprato dall’Imperatore, al quale fa sconvolgenti rivelazioni: il poemetto Il povero Leone, da Einaudi

Mosaico di bambini  che giocano, VI secolo, Istanbul, Gran Palazzo

Mosaico di bambini che giocano, VI secolo, Istanbul, Gran Palazzo

La terza novella della raccolta dugentesca del Novellino racconta di Filippo, re di un reame «nelle parti di Grecia», che teneva in prigione un uomo ritenuto particolarmente saggio. Questi si rivela capace di mostrare al re che un cavallo purosangue è stato in realtà allevato da un’asina, che dentro une pietra preziosa si trova un verme e infine che il suo vero padre non era un sovrano, ma un umile «pistore», un fornaio. Una deduzione basata sul fatto che il re aveva ricompensato il saggio con delle pagnotte (prima mezza, poi una intera), rivelando così la sua natura di fornaio....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.