closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Come costruire, anche a Roma, una lista coraggiosa

Sinistra. Si divaricano due posizioni ugualmente subalterne: chi assume il Pd come architrave per ogni coalizione possibile e chi misura ogni proposta dalla distanza da questo

Roma durante il lockdown

Roma durante il lockdown

Il modo in cui ci si avvia alle elezioni a Roma è per molti versi disperante. Bevilacqua e Scandurra evidenziano nel loro intervento su il manifesto un paradosso non solo locale: si sviluppa una ricca riflessione sui problemi della città, esiste una diffusa rete di esperienze, pratiche e vertenze, eppure tutto questo non diventa proposta politica. Ma quello stesso intervento è parte di un paradosso: si moltiplicano gli appelli per processi unitari e percorsi partecipativi, ma aumentano la frammentazione e la distanza tra pratiche sociali e proposte politiche. Per non ritrovarci a recriminare su ciò che si sarebbe potuto fare...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi