closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Colpe e segreti dopo l’apartheid

Narrativa. Romanzo d'esordio del californiano Patrick Flanery, «Assoluzione» restituisce l'incubo della corruzione e l'orrida bellezza del Sudafrica d'oggi

Parafrasando il titolo di un celeberrimo romanzo di Philip Roth, si sarebbe tentati di leggere l’opera prima dello scrittore americano Patrick Flanery, Assoluzione (Garzanti, traduzione di Alba Bariffi, pp. 408, euro 18,60), come una sorta di «pastorale sudafricana». Storia di un’anziana scrittrice, Clare Wald, tormentata da sensi di colpa per la fine di due donne, la figlia Laura e la sorella Nora, entrambe vittime, seppur su fronti diversi, della violenza del regime ai tempi dell’apartheid, il romanzo sembra rimandare al capolavoro di Roth non solo per la rappresentazione della giovane terrorista e del suo difficile rapporto con la famiglia (qui...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi