closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Clima, 203 attivisti citano lo Stato per inazione

Giornata mondiale dell'Ambiente, la campagna Giudizio universale. Al Tribunale chiedono di ordinare l’abbattimento dei gas serra, in base all’Accordo di Parigi

Roma

Roma

Oltre 200 ricorrenti citano in giudizio lo stato italiano (rappresentato dalla presidenza del Consiglio dei ministri) per «inazione climatica» cioè per assenza di politiche ambientali efficaci nel contrasto al cambiamento climatico. L’azione legale (seguita dagli avvocati Luca Saltalamacchia e Raffaele Cesari supportati dal docente universitario Michele Carducci) fa parte della campagna Giudizio universale e si inserisce tra i contenziosi climatici promossi dalla società civile in oltre 40 paesi. In Europa ci sono già stati giudizi a favore dei ricorrenti in Olanda, Francia, Germania e Irlanda. È la prima iniziativa di questo tipo in Italia ed è stata presentata ieri a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi