closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Clarice l’opportunista e la bella vita della Casta del Ventennio

Ritratti. «Claretta l’Hitleriana» di Mirella Serri, pubblicato da Longanesi. Il ritratto che emerge dal libro è quello di una donna ambiziosa tesa al raggiungimento del potere e di una sua personale visibilità attraverso la frequentazione del potere maschile

Claretta Petacci

Claretta Petacci

A quasi un secolo di distanza si inizia a fare storia districandosi fra fonti e ricordi e illuminando i territori di confine, quelli che, sotto l’urgente necessità della ricostruzione e per l’indisponibilità documentale, non erano stati indagati. Mirella Serri è avvezza da anni al preciso e attento lavoro filologico nelle pieghe della storia italiana: da diverse prospettive ha raccontato dei giovani intellettuali fascisti (I redenti. Gli intellettuali che vissero due volte 1938-1948, 2005 e Gli irriducibili, 2019), dei partigiani scomodi (Un amore partigiano, 2014) e degli eroi dimenticati (Bambini in fuga, 2017). La lettura che, in questa sua ultima divulgazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi