closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Cinque anni dopo Fermo in piazza per Emmanuel Chidi Namdi

Emmanuel Chidi Namdi con la moglie Chinyere

Emmanuel Chidi Namdi con la moglie Chinyere

Cinque anni dopo i fatti, gli antirazzisti di Fermo tornano in piazza per ricordare l'omicidio di Emmanuel Chidi Namdi. Era il 5 luglio del 2016 quando, rispondendo a degli insulti razzisti rivolti a sua moglie Chinyere («African scimmia», si sentì dire dietro mentre passeggiava verso la piazza centrale della cittadina), Emmanuel morì ucciso dalle botte di Amedeo Mancini. L'assassino, dopo aver patteggiato una pena a quattro anni per omicidio preterintenzionale aggravato dall'odio razziale, è completamente libero già da tempo, mentre Chinyere è andata via dalla provincia marchigiana, lontana dalla città che si è commossa solo per qualche giorno e poi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.