closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Cingolani l’ambiguo, tra idrogeno verde e fusione nucleare

L'uomo delle stelle. Il neo ministro alla Transizione ecologica esordisce in parlamento «Le batterie elettriche inquinano, tra dieci anni sarà tutto diverso». Legambiente: la commissione governativa rispolvera il ponte di Messina

Il ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani

Il ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani

L’esordio di un nuovo ministero e di un nuovo ministro riporta in auge la chimera della «fusione nucleare» e allontana l’Italia dall’Europa e dal resto del mondo in fatto di energia e inquinamento. Roberto Cingolani è il primo ministro delle Transizione ecologica ma il suo debutto - in remoto - per spiegare le sue linee guida davanti alle commissioni di camera e senato lungo tre ore colpisce soprattutto per il passaggio sulla tecnologia energetica. IL PERSONAGGIO - FONDATORE dell’Iit di Genova poi capo ricerca di Leonardo, amico di Grillo e di un sacco di liberisti - si presta all’ambiguità e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi