closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Ciclone antidoping sulla Russia dell’atletica, chiesta la squalifica

Olimpiadi di Rio a rischio. La Wada accusa: spectre russa per alterare o insabbiare i risultati, un terzo dei medagliati russi dopati. E chiede l’estromissione di Mosca da ogni competizione agonistica almeno per i prossimi due anni. Il responsabile dei laboratori russi Vadim Zelichenok: motivazioni politiche

Lo scandalo dello sport degli ultimi anni. Forse più del terremoto Fifa che sta facendo lievitare lo stress di Sepp Blatter. La Wada, agenzia mondiale antidoping, ha chiesto alla Iaaf, la Federazione internazionale di atletica leggera, l’estromissione della Russia da ogni competizione agonistica almeno per i prossimi due anni, quindi anche per i Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016. Niente Brasile o Mondiali perché la commissione indipendente dell’agenzia antidoping ha presentato un report a Ginevra - dopo le rivelazioni della televisione tedesca Ard che qualche mese fa trasmetteva il documentario Dossier doping: come la Russia fabbrica i suoi campioni,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi